Comunicato Stampa

Il volto feroce delle multinazionali

Se mai ce ne fosse stato bisogno i licenziamenti di 44 lavoratori da parte di Ericsson e di 31 da parte di Eaton-Gitiesse, dimostrano come le multinazionali siano ormai totalmente prive di scrupoli e di qualunque tipo di attenzione verso i territori che le ospitano.

Particolarmente emblematico è il caso Ericsson che, il giorno dopo il trasferimento delle attività al parco tecnologico degli erzelli, nel 2012, ha tagliato 94 posti di lavoro. Da allora sono oltre 500 i lavoratori lasciati a casa, in un continuo stillicidio che, tra l'altro, sta mettendo in pericolo l'intero progetto del mai decollato parco tecnologico in cui sono stati investiti ingenti quantità di denaro pubblico.

La storia di Gitiesse non è poi tanto diversa, almeno nel volto feroce che mostra, e il licenziamento di 31 lavoratori su 54 parla di delocalizzazioni ed indisponibilità a trattare o utilizzare gli ammortizzatori sociali.

E' il mercato baby, direbbe qualcuno, ed è certamente così, è un mercato globalizzato e privo di regole che può razziare territori ed abbandonarli a piacimento, lasciando macerie, quando non aree da bonificare, e contribuisce alla macelleria sociale dei nostri tempi. Questa sì vera macelleria sociale!

In tutto questo c'è da chiedersi dove sia il potere politico, che sembra del tutto impotente di fronte a questi fatti, dimentico degli articoli 1 e 43 della nostra Costituzione che mettono il lavoro al centro e prevedono la possibilità di salvaguardare e le attività produttive di interesse generale

 

Genova, 26 luglio 2017


Comunicato stampa

Trasparenza in Comune, no al voto segreto

Genova, 13 luglio 2017

Mercoledì 13 luglio 2017 è stato convocato il primo Consiglio Comunale del Comune di Genova, che aveva all’ordine del giorno gli adempimenti funzionali all’avvio dei lavori consiliari e il giuramento del neo eletto Sindaco Marco Bucci.

Tra gli altri adempimenti era prevista anche la votazione del Presidente del Consiglio Comunale. La votazione, avvenuta a scrutinio segreto, ha decretato la vittoria di Alessio Piana della Lega Nord. Il risultato non è di per sé inatteso, ma sorprende che i voti favorevoli siano stati ben 32, cioè 8 in più rispetto al numero di consiglieri di maggioranza. Sei sono state le schede bianche e 2 le nulle. E' dunque evidente che almeno 8 voti a Piana siano arrivati da chi dovrebbe invece essere all'opposizione.

Oltre al dato, di cui possiamo, evidentemente, solo prendere atto, vogliamo stigmatizzare l'uso del voto segreto, che di fatto impedisce ai cittadini di verificare le posizioni assunte dai loro eletti. E' bene allora ricordare che, in data 31 gennaio 2017, è stata approvata la delibera di iniziativa popolare  sulla trasparenza e la partecipazione che, per diventare pienamente operativa, richiede la redazione del regolamento e della carta dei diritti civici.

A questo punto chiediamo che, tra le altre cose, sia inserito nel regolamento il voto palese su tutte le attività del Consiglio Comunale che non riguardino strettamente scelte etiche. 

Gli elettori hanno diritto di sapere come vengono rappresentati dai consiglieri a cui hanno concesso il loro voto

L'Altra Liguria

www.altraliguria.it

-----------------------

Per l'ufficio stampa

 


Dopo il Brancaccio le assemblee territoriali

Per un'alleanza popolare e democratica

LEGGI LA LETTERA DI FALCONE E MONTANARI 


Non solo Roma

Saremo presenti anche a Torino, perchè fare rete è imperativo


La proposta di Anna Falcone e Tomaso Montanari

Il 6 giugno scorso, Anna Falcone Tomaso Montanari, i due bravi componenti del Comitato per il NO al referendum costituzionale del 4 dicembre 2016, hanno lanciato un appello, che ha avuto adesioni immediate da parte di alcune forze politiche, come Sinistra Italiana, Possibile e MDP Art.1, suscitando non poche perplessità. Nell'appello (Un'alleanza popolare per la democrazia e l'uguaglianza) si da appuntamento il 18 giugno a Roma per una prima assemblea.

Noi abbiamo guardato da subito con interesse all'iniziativa, pur diffidenti per la troppo veloce adesione dei vari segretari di partito di cui sopra, tanto che abbiamo deciso di esserci, sia come L'Altra Ligura che come Prima le Persone. I commenti che abbiamo letto in questi 10 giorni sono tanti e molti rispecchiano il nostro punto di vista. Dalla lettera di Prima le Persone alle tre domande lanciate da Francesco Tedesco sul suo blog de Il Fatto Quotidiano, passando attraverso le considerazioni dell'Ex OPG Occupato - Je so'pazzo. Oggi Tomaso ed Anna hanno risposto alle tante sollecitazioni ricevute, dalle pagine dell'Huffington Post e del Manifesto chiarendo alcuni punti e parlando senza ambiguità "Lo diciamo una volta per tutte: chi partecipa a questo processo costituente di una nuova sinistra partecipa alla costruzione di una forza radicalmente alternativa al Pd."  musica per le nostre orecchie.

Questa risposta ci piace e ci convince, speriamo davvero che si riesca ad innescare un percorso in cui nessuno sia protagonista ed in cui si possa finalmente vedere "il palco vuoto ed i vari segretari di partito, che si sono affrettati a dire "io ci sono", sparsi tra tutti gli altri partecipanti e, al pari di tutti gli altri, discutere di contenuti e di metodo in tavole rotonde in cui a comandare siano solo le idee" (dalla lettera di Prima le Persone).

 

15 giungo 2017


GRAZIE!

Orgogliosi di avervi sostenuto

Avervi sostenuto è stata una buona scelta, siete tutte persone di valore ed i cittadini lo hanno riconosciuto, come dimostrano le preferenze che avete ricevuto, grazie per averci consentito di essere al vostro fianco.

cliccando sulla foto si può accedere alla pagina facebook del candidato o della candidata


Idee per l'area di San Benigno

Laura Tonelli

Candidata consigliere per il Municipio Centro-Ovest

Clicca sulla foto per leggere il testo


Legge regionale “case popolari”: la Regione favorisce l’accesso alle case popolari (ERP) chi può pagare, non chi ha realmente bisogno…E introduce principi  anticostituzionali.

Articolo di Pino Parisi


Daniela Pongiglione, consigliera comunale "Noi per Savona"

I consiglieri comunali di Progetto Altra Zuccarello