ASSEMBLEA DEI SOCI


Comunicato stampa

Crocefissi e calci ai mendicanti

7 dicembre 2017

"Simbolo universale dei valori di libertà, uguaglianza e tolleranza", questa la motivazione con cui la giunta di centrodestra della Regione Liguria, ha deciso di esporre il crocefisso in aula consiliare, dimenticando che Lo Stato e la Chiesa cattolica sono, ciascuno nel proprio ordine indipendenti e sovrani, come recita l'Art. 7 della Costituzione. Lo stato dunque è laico, e laiche devono essere le istituzioni che lo rappresentano sul territorio,forse sarebbe utile ricordarlo anche alle opposizioni che sul voto si sono astenute.

Questa sterile esposizione di simboli, che richiamerebbero i valori della cristianità, non impediscono però alla giunta comunale, sempre di centrodestra, di decidere, su iniziativa dell’assessore Garassino, di schedare i mendicanti, un provvedimento che di carità cristiana non ha davvero nulla. La giustificazione é che si tratterebbe di un'informativa utile per il Prefetto che potrà così verificare se tra i nominativi vi siano richiedenti asilo. In realtà sembra un metodo vagamente intimidatorio per controllare il territorio, soprattutto ricordando che lo stesso assessore aveva minacciato di prendere a calci i ragazzi ospitati nel, purtroppo famoso, asilo di Multedo se li avesse sorpresi a mendicare. 

Inserendo questa triste pagina nel periodo pre natalizio, c'è da chiedersi dove finiscano la pietà e la misericordia di tradizione cristiana che queste giunte utilizzano come bandiera, il dubbio che sia solo ipocrisia è piuttosto forte.  Quello della schedatura dei mendicanti è infatti un provvedimento inaccettabile, che colpisce i poveri cacciandoli sempre più nella clandestinità e nell'emarginazione, tipico esempio della politica dello scarto contro cui si scaglia spesso Papa Francesco, massima espressione della cristianità. Certamente tra i tripudi di luci, tappeti rossi e lucidature di facciata,  i poveri, magari immigrati, che chiedono ospitalità, un aiuto e un po' di umanità potrebbero sporcare e rovinare il clima festaiolo, e il fatto che la festa natalizia celebri la nascita in terra straniera di un povero rifugiato, fuggito da violenze e persecuzioni non sembra turbare il sonno a questi difensori della cristianità. Nascesse oggi Gesù non avrebbe neanche diritto alla cittadinanza. Non c'è che dire, un bel modo per ricordare le tradizioni cristiane.


La lunga marcia dei neoliberali per governare il mondo

di Luciano Gallino

da Repubblica 27 luglio 2015


I dati ISTAT e i soliti imbrogli

di Franco Bianco sulla rivista L'Argine, Socialismo online

4 dicembre 2017

Si sente dire da più parti, e soprattutto da ambienti governativi e del partito di maggioranza, che i dati pubblicati sono “incoraggianti, positivi”, che dimostrano che il Jobs Act dà buoni risultati e favorisce l’occupazione ed in particolare quella “permanente”, che l’Italia è ormai uscita dalla crisi e via cialtronando: chi legge può giudicare da solo quanto questo sia falso e corrisponda al solito tentativo di manipolare i numeri ed imbrogliare la gente. Ma tanto, la gente lo sa qual è la realtà vera del Paese: lo vive sulla sua pelle. E se ne ricorderà, al momento opportuno. 

LEGGI IL TESTO

SCARICA IL REPORT ISTAT


Glifosato

per saperne di più

di Redazione

3 dicembre 2017

Nel 2015 l'Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC) ha classificato il glifosato in classe 2A: probabile cancerogeno per l'uomo; a maggio di quest'anno l'Iniziativa dei Cittadini Europei per la messa al bando del glifosato ha superato 1,3 milioni di firme, consegnate alla Commissione Europea.

Pochi giorni fa l'Unione Europea ha concesso una deroga di cinque anni sull'uso della sostanza in agricoltura.

LEGGI L'ARTICOLO


Petizione al Presidente della Camera

Stiamo organizzando uno spettacolo teatrale per diffondere la materia oggetto della petizione, chiunque volesse partecipare puo' contattarci scrivendo a altraliguria@libero.it

Applicazione legge Seveso alle tubature che portano materiali pericolosi per l'ambiente

Promossa da L'Altra Liguria

Sostenuta da: Comitato spontaneo cittadini di Borzoli e Fegino, Comitato Liberi Cittadini di Certosa, Azione Civile, Alternativa Libera Genova, Prima le Persone, PRC Federazione di Genova, Movimento NoTRIV, Forum Salviamo il Paesaggio

PER FIRMARE CLICCA QUA

PER SCARICARE MODULI E MATERIALE INFORMATIVO PER ORGANIZZARE LA RACCOLTA QUA


Diritto di sciopero: Sacconi ci riprova

da un messaggio del collettivo Nonunadimeno

29 novembre 2017

Un emendamento alla legge di stabilità prevede che per poter aderire ad uno sciopero il lavoratore lo comunichi alla propria amministrazione con 7 giorni di preavviso

LEGGI


Il cambiamento climatico è qua ed è ora

di Simonetta Astigiano

27 novembre 2017

 Ce lo dice l'esperienza ce lo dicono i dati statistici e gli effetti, che saranno devastanti, colpiranno prevalentemente le generazioni future

LEGGI IL TESTO


#Poterealpopolo

Il resoconto sull'assemblea di Antonella Marras

21 novembre 2017

Leggi il resoconto e le impressioni di chi era presente cliccare QUA


Il 18 novembre siamo stati a Roma, il 25 novembre andremo a Parma per smontare la narrazione del debito pubblico

Il nostro impegno per l'alternativa continua

Ecco il report dell'incontro redatto da Marco Bersani ed i documenti scaricabili

CLICCA