Comunicato

La campagna contro l’aborto inscenata dalla destra cattolica di “Citizen go” è vergognosa, e meriterebbe una denuncia per falso e diffamazione da parte di tutti coloro che, al di là della posizione sull’argomento specifico, credono che la verità non possa mai essere calpestata per affermare un principio. 

Un’affermazione come quella che l’aborto possa essere la prima causa del femminicidio nel mondo richiederebbe, come minimo, l’esplicitazione dei dati scientifici su cui si basa, ma è del tutto evidente che quei dati non possano esistere. La prima vera causa del femminicidio è proprio quella cultura patriarcale e maschilista che anima queste formazioni che si autoproclamano a difesa della vita, una cultura che vorrebbe le donne relegate al ruolo di casalinghe riproduttrici al servizio di maschi incapaci di scendere a patti con le proprie insicurezze.

 

Siamo profondamente indignati che sia possibile esporre cartelli come quello della foto senza incorrere in alcuna censura, trattandosi, in tutta evidenza, di falsità diffamanti.

 

16 maggio 2018

 

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami