fbpx

Comunicato stampa

Trasparenza in Comune, no al voto segreto

Genova, 13 luglio 2017

Mercoledì 13 luglio 2017 è stato convocato il primo Consiglio Comunale del Comune di Genova, che aveva all’ordine del giorno gli adempimenti funzionali all’avvio dei lavori consiliari e il giuramento del neo eletto Sindaco Marco Bucci.

Tra gli altri adempimenti era prevista anche la votazione del Presidente del Consiglio Comunale. La votazione, avvenuta a scrutinio segreto, ha decretato la vittoria di Alessio Piana della Lega Nord. Il risultato non è di per sé inatteso, ma sorprende che i voti favorevoli siano stati ben 32, cioè 8 in più rispetto al numero di consiglieri di maggioranza. Sei sono state le schede bianche e 2 le nulle. E’ dunque evidente che almeno 8 voti a Piana siano arrivati da chi dovrebbe invece essere all’opposizione.

Oltre al dato, di cui possiamo, evidentemente, solo prendere atto, vogliamo stigmatizzare l’uso del voto segreto, che di fatto impedisce ai cittadini di verificare le posizioni assunte dai loro eletti. E’ bene allora ricordare che, in data 31 gennaio 2017, è stata approvata la delibera di iniziativa popolare  sulla trasparenza e la partecipazione che, per diventare pienamente operativa, richiede la redazione del regolamento e della carta dei diritti civici.

A questo punto chiediamo che, tra le altre cose, sia inserito nel regolamento il voto palese su tutte le attività del Consiglio Comunale che non riguardino strettamente scelte etiche. 

Gli elettori hanno diritto di sapere come vengono rappresentati dai consiglieri a cui hanno concesso il loro voto

L’Altra Liguria

www.altraliguria.it

———————–

Per l’ufficio stampa

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami