COMITATO TERRITORIALE VALPOLCEVERA


Verbale di riunione comitato territoriale centro-ovest Valpolcevera
Mercoledì 23 settembre 2015
Presenti: Ornella Ventullo. Gianni Russotto, Fasoli Giampiero, Luigi Previati, Claudio Culotta
Luigi relaziona sull'incontro avvenuto a settembre del comitato NonsoloMorego aal quale partecipiamo per collaborare al progetto sull'agricoltura naturale e sostenibile. Si lavora senza implicazioni partitiche, su un progetto condiviso, con l'impegno ad oggi di esplorare e conoscere le realtà esistenti ed attive nel territorio della Valpolcevera e Valle Scrivia.
luigi sta contattando i sindaci e assessori all'ambiente ed agricoltura di Campomorone- Ceranesi- Serra Riccò- Mignanego- Bolzaneto- Pontedecimo- Rivarolo perchè diano notizie sulle suddette realtà per un impegno attivo nella fase successiva del progetto nel prossimo incontro a cui sono stati invitati e che avverrà il 12 ottobre h. 21 nella sede del comitato NonsoloMorego. per la Valle Scrivia si è interpellato Roberto Pisani.
Ornella propone alcune soluzioni da potersi adottare in merito alla seconda fase del progetto, cioè far incontrare produttori e consumatori a Km 0, incenticando l'informazione. la pubblicità e conoscenza di agrieconomia sostenibile e biologica. Giampiero fa notare le difficoltà di natura partitica che potrebbero inficiare il persorso.
Obiettivo finale del progetto  (oltre alle fasi citate) è addivenire ad una legiferazione in materia agricola che comprenda l'occupazione giovanile, il recupero di aree rurali abbandonate, aiuti ai vecchi agricoltori, interventi sul degrado e dissesto territoriale ed idrogeologico.  Giampiero si prende il compito di trovare notizie e riscontri su alcune leggi, tutti si impegnano per la riuscita del progetto e rendersi attivi per ciò che può essere di propria competenza. Si stabilisce che si farà il possibile per partecipare al prossimo incontro.
Si passa poi alla discussione di altri pinti all'ordine del giorno: trasporto pubblico tranviario e ferroviario. Giampiero relazione sulle conseguenze della soppressione della linea 8 del treno notturno Genova-Busalla che stanno causando non pochi disagi, in alcui casi quasi impossibilità di mobilità per la  popolazione della Valpolcevera. Ornella propone, per poter agire nell'immediato  in vista della privatizzazione di AMT, di riproporre sul territorio della Valpolcevera ed in seguito in altri popolari quartieri ciò che il ForumBeniComuni ha attuato con successo la scorsa estate. Ornella che fa parte del Forum interpellerà il suddetto precisando che ci vorrà l'aiuto e l'impegno di tutti per riuscire nell'obiettivo, quindi proporrà la collaborazione ad Altra Liguria nella prossima assemblea. la proposta è accolta.
Altro punto del giorno è le azioni da mettere in campo per la difesa della Costituzione, collaborando con quanto si sta facendo a livello nazionale.  Gianni propone di chiedere  l'attivazione delle Anpi a livello territoriale in quanto custodi della Costituzione. Luigi pone all'attenzione del comitato sulle problematiche che si potrebbero porre, si decide quindi di dare mandato ad Altra Liguria  (come unica realtà in questo momento del comitato nazionale a difesa della Costituzione) di inoltrare una lettera all'Anpi Provinciale, e all'Anpi di vallata (Bisca) se intendano collaborare o farsi promotori di iniziative sul territorio per la difesa della Costituzione. In seguito alla risposta casomai si interpelleranno le singole Anpi. Non essendoci tempo per discutere altri ordini del giorno la riunione è sciolta.


Comitato Territoriale Valpolcevera

 

Verbale riunione del 01/07/2015, tenutasi al Punto Rosso  ore 17.30; erano presenti: Claudio Culotta, Gianni Russotto, Ornella Ventullo, Sonia Zara.
Argomenti trattati:
………..
2) Tema dell'agricoltura: questo argomento consente di mettere insieme sul piano operativo tutti i valori del Movimento (stile di vita sobrio, meno consumistico, antiliberista, rispetto della natura); l'agricoltura rappresenta una risorsa per ciò che concerne il lavoro, la salute, la salvaguardia del territorio, l'economia… L'agricoltura deve rimanere il tema centrale anche del Gruppo Ambiente àViene espressa la proposta di entrare a far parte di un gruppo di acquisto (GAS) o di far nascere un GAS come Associazione: si presenterà tale ipotesi all'assemblea.

àAltra proposta è quella di stilare una lista di tutte le piccole realtà esistenti sul territorio, un censimento delle produzioni; si potrebbe pubblicare la lista sul Ns. sito affinché le persone la possano utilizzare.
àSi propone altresì di organizzare una riunione con i contadini a Fraconalto, insieme a Roberto Pisani
àSi ipotizza la creazione di una rete che coinvolga i giovani che decidano di trascorrere il periodo estivo in campagna per aiutare nello svolgimento dei lavori di campagna; tutto ciò comporterebbe la creazione di strutture idonee all'accoglienza. l'obiettivo è quello di avvicinare il mondo giovanile al mondo rurale, per valorizzare il nostro entroterra ed evitare l'isolamento e l'abbandono.
3) Grandi Opere (Tav, Gronda, Terzo Valico); si effettuano considerazioni di ordine generale: i gruppi No Tav sono piuttosto radicati ad Isoverde, meno a Campomorone e praticamente zero a Genova. Il movimento NO Gronda è più sentito a Genova (questo perché manca il concetto di solidarietà di vicinato, in città vige il principio dell'individualismo ed il concetto di guardare solo "al proprio orto");
4) Sostenibilità energetica (organizzare il territorio ad es. con pale eoliche, attrezzare le fattorie con energie alternative); l'esistenza di un territorio di grandi dimensioni consentirebbe la raccolta del compostaggio (se di qualità consentirebbe la vendita); allevamenti di lombrichi;
5) Banca Etica: viene effettuata la proposta di utilizzare come Associazione/singoli la banca etica; tale proposta verrà presentata in Assemblea