A Zuccarello abbiamo tre consiglieri comunali eletti nel 2015 con Progetto Altra Zuccarello. In particolare siamo in contatto con Giuliano Ratti.

Per informazioni e contatti scrivere a altraliguria@libero.it


Zuccarello libera dal piano casa

La delibera comunale proposta dai consiglieri di progetto Altra Zuccarello e votata all'unanimità dal consiglio prevede al primo punto:

 La non applicazione in tutto il territorio comunale delle disposizioni di cui all’art. 3 (ampliamento di edifici esistenti) e 3bis (Mutamento di destinazione d’uso di fabbricati esistenti a destinazione non residenziale), fatto salvo l’applicazione delle norme attuative vigenti e contenute nel Piano di Recupero del Centro Storico vigente (approvato con D.P.G.R. n. 454 del 08.07.1997), nel P. di F. vigente (approvato con D.P.G.R. n. 420 del 24.04.1981) ed in altre norme vigenti Statali e Regionali, cosi come di mantenere la superficie minima delle unità immobiliari contenuta nelle norme attuative degli Strumenti Urbanistici Comunali vigenti sopra citati.  

pubblicato il 5 marzo 2016

Download
La delibera approvata dal Consiglio Comunale di Zuccarello all'unanimità
La delibera, proposta dai consiglieri comunali di Progetto Altra Zuccarello, esclude l'intero territorio comunale dall'applicazione del piano casa.
24.02.2016 BOZZA proposta C.C. Zuccarell
Documento Microsoft Word 49.5 KB

STOP alle trivellazioni per la ricerca di acqua minerale! 

Comunicato Stampa dei Consiglieri di Progetto Altra Zuccarello

pubblicato il 9 dicembre 2015

 

Il benefattore, tanto atteso dai nostri amministratori, è in procinto di posizionare le sua trivella alla ricerca delle acque minerali nel nostro territorio. Grazie ai “compiacenti” nulla osta regionale e comunale il sig. Claudio Melotto (ricordare? Originario di Aosta ma da tempo trasferito nel principato) a breve inizierà la perforazione del suolo comunale alla ricerca delle “bollicine”, l’acqua minerale.

Egli con impeto altruista e magnanima benevolenza nei confronti della nostra comunità ci rassicura sulla bontà del suo progetto proponendoci posti di lavoro (magari precari e senza diritti) e un riordino del “trasudamento” disordinato della nostra riserva d’acqua.

Considerato il periodo, diremmo meglio di Babbo Natale!

La realtà invece è un’altra, ed è quella che vede il sig, Melotto già  titolare, a Urbe e Sassello di una concessione, della durata di 30 anni, per lo sfruttamento di un giacimento di “acqua minerale”. La Regione Liguria avrà un canone annuo pari a poco più di 8.000,00 euro e 1 euro a metro cubo di acqua imbottigliata.

Quindi la beneficenza del sig, Melotto è così smascherata:

1 metro cubo di acqua sono 1000 litri (1000 bottiglie di acqua)

ai cittadini veri proprietari dell’acqua 1 euro a lui 999,00 euro

Capito come si fanno i soldi con i beni di tutti e la compiacenza di pochi.

Se proviamo, poi, a scendere nei particolari tecnici di questo progetto volto alla ricerca delle “bollicine” ci accorgiamo che il sig. Melotto non fatica neppure tanto per raggiungere lo scopo. Piazza la trivellatrice in un terreno, forse compiacente, (Mapp. 58 di Poggio Eresea), direttamente sulla strada (provinciale  582) e cosa sicuramente più grave a 10 mt dal torrente Neva che scorre parallelo.

Noi pensiamo che abbia ottime possibilità di trovare l’acqua, nel torrente, peccato però che avrà caratteristiche organolettiche diverse da quelle di acqua sorgiva dal momento che i paesi a monte sono secoli che ci fanno la pipì e la cacca dentro.

Cin! Cin!

COMUNICATO STAMPA DEI CONSIGLIERI COMUNALI DI

PROGETTO ALTRA ZUCCARELLO

Pubblicato il 29 novembre 2015

Con l’avviso di demolizione, e ripristino dello stato dei luoghi, si è definita una procedura d’infrazione nei confronti della ditta ICOSE che aveva eseguito, in assenza di titoli abilitativi, l’installazione e il posizionamento di un serbatoio (silos alto 15 mt) per il contenimento di bitume e carburante (BTZ).

I consiglieri di minoranza appartenenti al gruppo “Progetto Altra Zuccarello”, che hanno manifestato a più riprese il loro impegno per la salvaguardia e il rispetto dell’ambiente nel territorio di Zuccarello,, plaudono a questo risultato che considerano anche loro.

La vicenda ha inizio in piena estate, in concomitanza con lo “scandalo”  dello stoccaggio di bitume nel porto di Savona che, con le dovute proporzioni, sembrava riproporsi a Zuccarello.

Così, noi consiglieri di Progetto Altra Zuccarello, il  20 agosto, alla Conferenza dei Servizi “Referente”, eravamo presenti con il nostro Capogruppo. 

Peccato che a quella conferenza non ha partecipato nessuno, NESSUNO, nemmeno i tecnici della ditta. 

La cosa è apparsa subito anomala ma è diventata decisamente più grave quando, rivolta l’attenzione al sito, ci siamo accorti che l’oggetto (il silos), nuovo fiammante, era già posizionato, quindi, senza le dovute licenze e permessi!!


Il nostro interessamento alla vicenda ha radici anche nel disagio manifestato in questi anni da molti cittadini di Zuccarello, e non solo, che a causa dalla puzza derivante dalla lavorazione del bitume sono stati costretti a barricarsi in casa anche nelle giornate afose d’estate.

La vicenda, che ci piace ricordare come una vittoria, non appartiene ad una “parte” ma è la vittoria di tutti per la salute e la legalità.


COMUNICATO STAMPA

 

COMITATO PONENTE SAVONESE - ZUCCARELLO

 

"Ogni parrocchia, ogni comunità religiosa, ogni monastero, ogni santuario d’Europa ospiti una famiglia di profughi, incominciando dalla mia diocesi di Roma".

 

Questo è l'appello lanciato da Papa Bergoglio in prossimità del Giubileo della Misericordia. Don Angelo Chizzolini parroco “ragazzotto” di Onzotroppo “preso” dalle letture del “vangelo verde secondo Salvini" non ha recepito l’invito del suo “datore di lavoro” a comportarsi se non da “comunista” almeno da cristiano, visto il ruolo che ricopre.

Ha così dato fiato con dichiarazioni sconcertanti al suo intimo sentire che puzza di qualunquismo perbenista e razzista.

Alle numerose prese di posizione contro tali esternazioni e su tirata d’orecchie del vescovo, il parroco si è affrettato a rilasciare una smentita, apparsa su IVG, ancora più sconcertante.

Infatti nell’intervista egli sottolinea che “come cittadino se avessi una casa di proprietà non la darei a degli extracomunitari, ma semmai a degli italiani,… "

Si sottolinea nel ragionamento “la proprietà” bene assoluto tanto da essere contrastato al valore umano. Così come “la precedenza” che il don ritiene determinante nell’atto del donare.

Non quindi un gesto di carità cristiana senza se e senza ma, ma subordinato ad una scala di valori determinata, badate bene, dal certificato di residenza. Con lo stesso ragionamento perché non aprire una gara tra italiani bisognosi quelli di Onzo prima di quelli di Vendone o di Arnasco? Non pago, a sostegno del suo buon cuore, ci illustra quanto sia già “congestionata” la sua canonica: alcuni locali addirittura occupati per il catechismo e le prove di canto, altri per le manifestazioni della Pro Loco ed altri ancora per la Protezione Civile.

Che peccato, non c’è spazio neppure per una mangiatoia! 

 

Un vero don missionario nelle Americhe latine dice: “Se do un pezzo di pane ad un povero mi dicono che sono un santo, se mi chiedo perché ne ha bisogno mi dicono che sono comunista

Ecco, quando distoglie lo sguardo da “vangelo verde secondo Salvini” si ponga qualche domanda in più, grazie.

 

Pubblicato il 15 settembre 2015


ELEZIONI COMUNALI 2015 - COMUNE DI ZUCCARELLO (SV) - RISULTATI

CANDIDATI

VOTI % PARTITI VOTI % SEGGI
Claudio Paliotto 144
75,39
Lista Civica - Uniti per Zuccarello
144
75,39
7
Giuliano Ratti 47
24,60
Lista Civica - Progetto Altra Zuccarello
47
24,60
3

ELEZIONI REGIONALI 2015 - COMUNE DI ZUCCARELLO (SV) - RISULTATI 




BRUNO ANTONIO
PROGETTO ALTRA LIGURIA
    8 4,23    
 
Visualizza candidati di lista PROGETTO ALTRA LIGURIA      
10 5,64
 

http://www.ivg.it/2015/05/zuccarello-giuliano-ratti-candidato-sindaco-con-la-lista-progetto-altra-zuccarello/

GIULIANO RATTI candidato sindaco per la lista Progetto Altra Zuccarello