No al raduno fascista a Genova

2 febbraio 2017

E’ previsto per l’11 febbraio a Genova, con il titolo “Per l’Europa delle patrie” il raduno dell’estrema destra europea. Oltre all’italiano Roberto Fiore di Forza Nuova, sono attesi altri personaggi ben poco rassicuranti, come il tedesco Voigt, che negò l’olocausto lodando le SS, e il francese Benedetti, il cui movimento è stato sciolto dopo l’omicidio di un antifascista diciannovenne, oppositore di aborto e matrimoni tra omosessuali. La scelta di Genova è evidentemente una provocazione ed un insulto alla memoria storica della città medaglia d’oro per la resistenza, che il 30 giugno 1960 fu protagonista di una grande manifestazione antifascista che respinse il raduno delle destre e fece cadere il governo Tambroni.

 

L’Altra Liguria ha tra i propri scopi la promozione di una cultura multietnica, antirazzista e antifascista, e si appella a tutti i partiti politici, movimenti ed associazioni, antifascisti e difensori dei diritti civili, a tutti i liguri che credano nei valori espressi dalla nostra Costituzione, affinché ci si coordini per dare vita a Genova ad una grande manifestazione capace di respingere i rigurgiti fascisti e neonazisti. Contrastare la diffusione di idee si alimentano di odio, violenza e sopraffazione è un dovere di tutti gli antifascisti, e tutti gli antifascisti devono ritrovarsi insieme per difendere la democrazia.

 

La nostra Associazione si impegna a collaborare fattivamente all’organizzazione e diffusione dell’evento.

 

2 febbraio 2017