21  OTTOBRE    SCIOPERO GENERALE NAZIONALE

A GENOVA  MANIFESTAZIONE CITTADINA

APPUNTAMENTO ALLE ORE 10.00

DAVANTI  ALLA PREFETTURA in Largo Lanfranco.

 

Basta austerità, tagli salariali, contratti bloccati e privatizzazioni dei servizi pubblici. Basta Jobs Act e attacchi  al contratto collettivo nazionale di lavoro.  Basta furti e imbrogli a pensionati e pensionandi.

 

SISTEMA FISCALE PROGRESSIVO  ( paghi di più chi ha di più)  TASSAPATRIMONIALE (per prendere i soldi da guadagni e rendite iperboliche o addirittura col furto e la corruzione) E LOTTA DURA CONTRO L'EVASIONE

 

PER FINANZIARE INVESTIMENTI PUBBLICI A GARANZIA DI INTERVENTI IMPORTANTI E URGENTI (territorio in sicurezza; manutenzione del patrimonio edilizio pubblico, scuole e ospedali CHE CREINO LAVORO ED OCCUPAZIONE STABILE.

 

PER FINANZIARE I SERVIZI PUBBLICI, riportando il trasporto locale, la sanità, i servizi ambientali nella piena proprietà  e gestione degli Enti locali, sotto il controllo democratico dei territori.

 

PER SBLOCCARE IL CONTRATTO DEL PUBBLICO IMPIEGO E TUTTI I CONTRATTI  IN ATTESA DI RINNOVO con condizioni salariali, occupazionali e organizzative qualificanti.

 

22 OTTOBRE     MANIFESTAZIONE NAZIONALE

CONTRO  IL GOVERNO  RENZI E L'ASSALTO ALLA COSTITUZIONE

Ore 5,30 Novotel partenza bus per Roma.

 

COME COMPARTECIPAZIONE ALLE SPESE, AI PARTECIPANTI CHIEDIAMO UN CONTRIBUTO DI 15 EURO ( ISCRITTI USB OFFERTA LIBERA )

INVITIAMO A SEGNALARE QUANTO PRIMA LA PROPRIA PARTECIPAZIONE ALLA

 

FEDERAZIONE LIGURE DI USB 010416934 3452273436 liguria@usb.it

Il governo Renzi dopo infiniti ritardi ha fissato la data del voto referendario per il 4 dicembre. Organizzazioni sindacali di base, movimenti civili e sociali, organizzazioni politiche militanti della lotta per la democrazia, il lavoro e l’ambiente, partigiani, hanno dato vita al COORDINAMENTO PER UN NO SOCIALE ALLA CONTRORIFORMA COSTITUZIONALE che propone due scadenze nelle quali far sentire le ragioni sociali del NO:  

- Il 21 ottobre il coordinamento sostiene lo SCIOPERO GENERALE proclamato sinora da USB, UNICOBAS, USI per la difesa dei diritti del lavoro e dello stato sociale, per difendere ed applicare la Costituzione del 1948, per dire basta al governo Renzi e al massacro sociale. Lo sciopero si svolgerà con iniziative diffuse in tutto il paese.

- Il 22 ottobre il coordinamento indice il NORENZIDAY, manifestazione nazionale a Roma per dire NO alla Controriforma Costituzionale ed a tutti i suoi autori nel nome del popolo sfruttato, precario, senza lavoro, impoverito, avvelenato.

 

I temi della mobilitazione sono:

PER L’APPLICAZIONE DEI PRINCIPI E DEI DIRITTI DELLA COSTITUZIONE DEL1948: IL LAVORO,  LA FORMAZIONE E LA SCUOLA PUBBLICA, LA CASA,  IL REDDITO,  LO STATO SOCIALE E I BENI COMUNI IN MANO PUBBLICA, L’AMBIENTE E LA DEMOCRAZIA, LA DEMOCRAZIA E LA SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO. LA LIBERTÀ E LA SOVRANITÀ DEMOCRATICA DEL POPOLO ITALIANO, OGGI SOTTOPOSTA AD UN VERGOGNOSO ATTACCO DA PARTE DEI GOVERNI DEGLI USA, DELLA GERMANIA E DALLA BUROCRAZIA DELLA UE.

NO ALLA CONTRORIFORMA COSTITUZIONALE DEL GOVERNO, DELLA CONFINDUSTRIA,  DELLE BANCHE E DELL’ UNIONE EUROPEA.

NO AL JOBSACT, ALLA PRECARIETA’ SOCIALE, ALLA BUONA SCUOLA, ALLA LEGGE FORNERO, AL DECRETO MADIA, ALLA TAV E ALLE GRANDI OPERE, ALLA PERSECUZIONE DEI MIGRANTI, ALLA DISTRUZIONE DELLO STATO SOCIALE, ALLE PRIVATIZZAZIONI, AI TAGLI ALLA SANITA’, AGLI INTERVENTI SULLE PENSIONI A FAVORE DELLE BANCHE, AL TTIP ED AL CETA.

NO ALLA GUERRA, ALLA NATO, ALLE SPESE E ALLE MISSIONI MILITARI, ALLA REPRESSIONE PADRONALE, POLIZIESCA E GIUDIZIARIA.

DOPO LO SCIOPERO GENERALE DEL 21 OTTOBRE LA MOBILITAZIONE CONVERGERÀ DAL POMERIGGIO DEL 21 IN PIAZZA SAN GIOVANNI PER UNA ACCAMPATA DI PROTESTA DA CUI PARTIRÀ IL 22 OTTOBRE IL CORTEO DEL NORENZIDAY 

 

 

Coordinamento per NO Sociale alla Controriforma Costituzionale

Per informazioni, adesioni e contatti: coordinamentonosociale@gmail.com