fbpx

“Ella fu – e resta per noi – un’aquila” (Lenin)

Assassinata a 47 anni a Berlino, dalle milizie volontarie tollerate dal governo socialdemocratico, ROSA LUXEMBURG resta una delle figure più luminose del movimento operaio ispirato dal marxismo rivoluzionario, per la sua attività di dirigente e per le sue opere teoriche.

A 100 anni dalla sua tragica morte il mondo è molto cambiato, ma non così tanto da aver reso superata la sua opera di brillante polemista e profonda analista delle problematiche sociali e politiche.

Parliamo dell’attualità di Rosa Luxemburg con:

LARA PICCARDO

Università di Genova

SERGIO DALMASSO

Autore di Una donna chiamata rivoluzione. Vita e opere di Rosa Luxemburg Ed. Redstarpress

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami